PALMANOVA (Nova Palmae Civitas). Bellissima veduta a volo d'uccello della città di Palmanova, fortezza veneziana a forma di stella a 9 punte in provincia di Udine, sito Unesco, splendido esempio di architettura militare unico nel suo genere, strategicamente collocato in mezzo ai campi della Bassa friulana, antico pomo della discordia tra Asburgo, Veneziani e Ottomani.L'affascinante e insolita città, circondata di muri e fossati, il cui progetto fu inizialmente affidato a Leonardo da Vinci, vide la posa della prima pietra il 7 ottobre 1593, giorno dedicato alla patrona Santa Giustina, ma in primis ricorrenza della vittoria a Lepanto contro i Turchi del 7 ottobre 1571. "Palma" come sinonimo di vittoria e Nova per la sua recente fondazione.
Significativo il numero 3 con i suoi multipli: stella a 9 punte, 9 bastioni, 3 porte d'accesso, 18 strade radiali e 6 vie principali.
In realtà non ha mai dovuto svolgere la sua funzione originaria, perchè fin da subito la sua fama ha fatto da deterrente contro ogni potenziale attacco, così da conservarle intatte le sue caratteristiche difensive di 'oppidum', oltre a regalarle fama mondiale.

Acquaforte e bulino. Splendido esemplare dipinto da mano antica. Due bellissimi cartigli con indicazioni storiche e topografiche, e due scudi rotondi, il primo col leone di Venezia che regge la spada, simbolo di giustizia, la data del 1593 e il motto latino all'ablativo "Pascale Ciconia duce Venetiarum", e l'altro con lo stemma di Palma,  croce latina e il motto 'In hoc signo tuta'.
Pasquale Cicogna (1509-95) rivestì importanti cariche politiche e militari all'interno della Repubblica di Venezia, tra cui quella di doge (dux Venetiarum), di podestà e di comandante a Candia.

Dim.: 36x47 cm lo specchio di stampa