Spaccato interno della Basilica di S.Paolo fuori delle Mura, eretta da costantino Magno, divisa in cinque Navate co'sua Crociata...
Piranesi fecit

Splendida veduta prospettica dell'interno della Basilica di San Paolo fuori le Mura, a cinque navate  e ottanta colonne di marmo e granito  distribuite su quattro file, come recita il titolo piranesiano; qui sorgeva in antico una vasta necropoli, rimasta in uso fino al IV secolo d.c., e l'imperatore Costantino volle onorare l'apostolo Paolo di Tarso, ivi sepolto, con l'edificazione di un' imponente basilica.

Il grandioso spettacolo offerto dalla Basilica dovette suscitare acuta impressione nella fantasiosa mente di 
Giovan Battista Piranesi (veneziano figlio di un tagliapietre), che lo studio dell'architettura classica aveva inevitabilmente istradato verso Roma e le sue irripetibili meraviglie, di cui si innamorò ammirandole de visu, e che declinerà sempre con il suo stile così personale, come vestigia di un tempo concluso ma ancora innervato di grandezza. Senza dimenticare la presenza umana, parte integrante della mise-en-scène, come possiamo ammirare in questa eccezionale veduta, cui i personaggi, pur nella diversità di censo e fortuna, conferiscono carattere e vitalità.

Tratta dalle
Vedute di Roma, 1749. Acquaforte, bulino e puntasecca su carta vergellata, due fogli uniti da brachetta, ampi margini originali sbrecciati e imbruniti. foxing diffuso.
Prima edizione romana. PRIMO STATO DI SETTE, senza indirizzo nè prezzo. Firma in basso a destra "Piranesi fecit"

Dim. 42x62 cm lo specchio di stampa